Ricerca
comunità e distretti

Locarno-Solduno

Via G. Beltrami

6604 Solduno

+41 79 270 78 45

Guida stradale

Servizi divini
domenica 9.30
mercoledì 20.15

Servizi divini in lingua italiana; la domenica possibilità di assistervi con traduzione simultanea in tedesco. / Gottesdienste in italienischer Sprache; am Sonntag mit Simultanübersetzung auf Deutsch.

La comunità neo-apostolica di Locarno festeggia 75 anni

21.10.2018

Nell'anno del giubileo, la comunità locarnese ha offerto una giornata di Porte aperte sabato 20 ottobre 2018 e un servizio divino per ospiti domenica 21 ottobre 2018.
 
/api/media/504065/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=987fc510b2b50462989f97f5860a585a%3A1701231832%3A7364506&width=1500
/api/media/504066/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=689f3142af4974d094b7fdf2c122221d%3A1701231833%3A5007385&width=1500
/api/media/504067/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=b2da3304c65c291c16232d78bf0f6b3a%3A1701231833%3A5005975&width=1500
/api/media/504068/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=7ea3a9c19ca4ac7f36d3e1c9117c911e%3A1701231833%3A4173511&width=1500
/api/media/504069/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=c31c3a0211285a525e07f037a530c14d%3A1701231833%3A8949631&width=1500
/api/media/504070/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=fe28c8957674bf7ea5c960685804ca10%3A1701231833%3A6965941&width=1500
/api/media/504071/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=41d447d842fedb928e9df17a75435d57%3A1701231833%3A993829&width=1500
/api/media/504072/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=782331abc3744d1d7b1c5610d95a7168%3A1701231833%3A4228693&width=1500
/api/media/504073/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=b2fce8c962baffd144399408aa8d41bb%3A1701231833%3A2632322&width=1500
/api/media/504074/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=956d167c5098dcb30139b05fb948e5c5%3A1701231833%3A885248&width=1500
 

Un’ulteriore evento organizzato dalla comunità in festa: la giornata di porte aperte

In questo fine settimana si è prestata particolare attenzione agli ospiti invitati e/o curiosi che sono venuti a visitare la chiesa.

Sabato, gli ospiti hanno potuto leggere dai pannelli informativi posti nell’atrio della chiesa le tematiche che contraddistinguono la fede neo-apostolica e visionare un breve filmato in cui fratelli e sorelle del mondo raccontano della propria fede. Tra i diversi canti del coro, un discorso esplicativo dell’evangelista di distretto, che dopo brevi accenni storici, spiegazioni sulla struttura internazionale della Chiesa e l’apertura della Chiesa all’ecumenismo, ha ancora riassunto i tre sacramenti della fede neo-apostolica. Un discorso che si è concluso con l’invito a voler partecipare a un servizio divino così da poter vivere di persona quanto appreso ed esperimentare la parola di Dio dal vivo.

Davanti a un ricco aperitivo c’è poi stata la possibilità di chiacchierare e scambiare domande ai fratelli e sorelle presenti.

Un servizio divino dedicato agli ospiti

Il servizio divino di domenica, al quale hanno partecipato anche i giovani del distretto, è stato celebrato dal conducente ed evangelista di distretto Campagna. Ovviamente tutti i servizi divini sono sempre aperti al pubblico, ma questo fine settimana oltre alla normale attività di comunità si è prestata un’attenzione particolare agli ospiti che sono venuti a visitare la chiesa.

È stato molto chiaro il messaggio principale del servizio divino che, parlando della via retta che Dio ci esorta a seguire per arrivare a Lui, ha evidenziato come Gesù avendo percorso esattamente questa via, sia la guida da seguire per trovare nuovi luoghi ripieni di benedizione. Com’è stato annunciato, questi luoghi di benedizione sono i luoghi della grazia, della figliolanza di Dio, dell’amore puro, e infine il luogo tanto atteso della magnificenza divina.

Il suono dell’arpa che una giovane sorellina ha suonato tra il servire dei ministri ha ispirato la loro predica, che ha esortato a non voler restare dei cavernicoli della fede (utilizzando la similitudine dei primi che hanno esperimentato la musica delle corde grazie all’arco delle frecce) ma di voler evolvere nella fede e di voler togliere lo strumento dall’astuccio per suonarlo e non solamente guardare lo strumento senza poterne sentire le note.

Anche alla fine del culto c’è stata la possibilità per gli ospiti di scambiare opinioni con la fratellanza e i ministri davanti a un ricco aperitivo. In noi l’auspicio che la gioia e la comunione vissuta nella comunità di Locarno abbia donato gioia e benedizione agli ospiti che hanno partecipato a questo fine settimana di festeggiamenti.